Ue non est Femina no est domo

 

Pubblicazione1.jpg

L’insuperabile forza delle donne unite !!!

I° Congresso delle Donne Sarde
DI ASSARCHIVI • PUBBLICATO 7 MARZO 2018 • 

Il 9 marzo 1952 per la prima volta nella storia della Sardegna le donne si riuniscono a Cagliari (Teatro Massimo) nel I Congresso delle Donne Sarde.

2200 delegate, 928 invitate, una massa di mimose e garofani rossi rendevano il quadro solenne e indimenticabile. Le donne sarde si erano date quell’appuntamento per affrontare i problemi della loro terra. Il 10 % dei sardi era indigente assoluto, i salari erano dal 10% al 30% inferiori a quelli del continenti e per le braccianti la percentuale saliva al 50.

In alcuni comuni mancavano le fognature, mentre i centri abitati erano privi di acquedotti. La mortalità infantile arrivava al 40,4% nel primo anno di vita. Il tracoma come la tubercolosi colpiva adulti e bambini. Scuole e asili non ce ne erano a sufficienza. L’attrezzatura scolastica copriva a malapena il 35% del fabbisogno.

Miseria, disoccupazione, degrado, abitazioni, infanzia, sono i temi su cui le donne si sono confrontate. Le mozioni su infanzia (presentata da Nadia Spano), sui problemi comunali (presentata da Joyce Lussu), sulle condizioni scolastiche femminili (presentata da Luisa Fratta) sono le decisioni prese dal Congresso.

Richieste da presentare ai Comuni, ai Consiglieri regionali ma anche al Parlamento affinché non solo vengano tamponate le urgenze ma ci sia un “progresso della Sardegna e la sicurezza del domani”.

Il manifesto di questo Congresso rappresenta due donne con un bambino e la scritta: Dove non c’è la donna non c’è casa (ue non est femina no est domo) sottolinea la centralità del ruolo della donna all’interno della famiglia.

Questo è uno di quei manifesti che hanno girato l’Italia nella mostra DONNE MANIFESTE organizzata dall’Associazione Nazionale degli archivi dell’UDI nel 2005.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...