Una Donna per la Sardegna

giornale Ines368.jpg

Verso le Regionali, la Lega valuta UNA CANDIDATA .

Non posso negare che la notizia di un nome di Donna così autorevole mi soddisfi particolarmente. Due i motivi del mio personale compiacimento. Il primo che , dopo un susseguirsi di possibili candidature, trasversalmente maschili, a ricoprire il ruolo di Presidente della prossima giunta Regionale della Sardegna, sia arrivata la proposta di Ines Pisano. Donna sarda, di Bosa, qualificata, con un incarico professionale di altissimo prestigio, legata alla nostra isola oltreché per familiarità e affetti, per un’ autentica passione politica pervasa di sardismo.

Il secondo motivo della mia soddisfazione è che il nome di Ines Pisano sia arrivato dalla Lega, con la quale il mio partito ha consolidato un forte rapporto di amicizia e avviato un progetto politico vincente. Credo che, soprattutto, sarà Ines a “quotare” la proposta e decidere se, mettersi al servizio di una CAUSA, valga la pena di qualche importante rinuncia e di una immensa responsabilità. Pensaci Ines, te lo chiedo da donna sardista impegnatissima nel promuovere, tutelare, sollecitare la presenza femminile nei ruoli apicali della politica e della società.

Mi aspetto da Ines e da tutti i partiti dell’ipotetica coalizione in cui si potrebbe configurare tale proposta, un’attenta analisi storica e culturale per comprendere se, dopo Eleonora d’Arborea, non sia arrivato il momento di osare.

“Donne per la Sardegna”, sarebbe lo slogan perfetto per una campagna elettorale nuova che non intende sfidare le “quote celesti” , quelle non scritte ma praticate e che costituiscono la maggioranza nei luoghi di responsabilità, nella politica e nelle istituzioni, nel consigli di amministrazione e pure in questa discussione, ma semplicemente vuole uscire dall’oscurità di un “epoca di cravatte”, la vuole aiutare ad affrontare con equità di partecipazione e giudizio, i problemi cruciali che affliggono tutti.

Perché, non dimentichiamo che, riconoscere dignità e autorevolezza alle donne, significa accettare che partecipino ai più “esclusivi” processi decisionali.

La centralità Lega-PSd’Az. rappresentata da una donna, capace di aggregare intorno ad un progetto, partiti, movimenti, persone per bene, sarebbe la prima vera, seria e credibile proposta per la Sardegna.

Fortza Paris!!!

Annunci


Categorie:Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: